UNI TS 11300-4 PDF

Le norme UNI TS Dopo anni in cui il modello dei consumi termici in condizioni invernali veniva stimato secondo regole non uniformi (principalmente . Corso di formazione con CFP per ingegneri, sulla UNI/TS (4, 5 e 6) e la nuova versione della UNI Per info e iscrizioni. photovoltaic, biomass) according to UNI/TS • Primary energy for cooling according to UNI/TS 3. EC additional module covers cooling load.

Author: Akinoshicage Kiran
Country: Egypt
Language: English (Spanish)
Genre: Spiritual
Published (Last): 10 February 2005
Pages: 242
PDF File Size: 11.23 Mb
ePub File Size: 6.16 Mb
ISBN: 117-5-43076-792-3
Downloads: 33306
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Vudodal

Ausiliari esterni di estrazione Circuito canalizzato ausiliario con proprio ventilatore. Si calcola la durata complessiva dei bin rimanenti e si ripartisce il fabbisognoQW,mesein proporzione alla loro durata. A titolo esemplificativo e non esaustivo si riportano di seguito alcuni esempi.

Per i generatori a biomassa solida a caricamento automatico, i valori precalcolati possono essere utilizzati solo quando siano verificate le condizioni al contorno specificate nella legenda.

Impianto atto a fornire energia riscaldamento ad energia solare che fornisce energia per il riscaldamento degli 113000-4. We share information about your activities on the site with our partners and Google partners: Per la determinazione delle prestazioni si utilizza unicamente il metodo di calcolo del giorno tipo mensile con le seguenti varianti.

Nel primo caso si procede con unico bin mensile.

La ripartizione del fabbisogno di energia mensile si mensile effettua in come segue: Si considerano i seguenti periodi di attivazione: Procedura per misurare l’efficienza. Portale CTI sulla certificazione energetica degli edifici.

113004 suddetti metodi di calcolo sono descritti nelle seguenti specifiche tecniche: Temperatura minima della sorgente fredda, dichiarata concentrata entra nel collettore. I valori della potenza utile per temperature intermedie del pozzo caldo alla medesima temperatura della sorgente fredda si calcolano come descritto di seguito: I collettori ad aria sono del tipo a cassetta costituiti da un contenitore a scatola con superficie superiore trasparente in vetro o plastica e isolamento termico sul fondo e sulle pareti.

  PROGRAMMING WITH JAVA A PRIMER E BALAGURUSAMY PDF

Corso Uni/ts 11300 (4, 5 E 6) E Uni 10349:2016

Per ciascun bin, si determina la t di mandata pozzo caldo richiesta in funzione di: La sequenza di calcolo si riferisce a sottosistemi che generano energia termica utile. Se la produzione di energia solare risulta maggiore del fabbisogno essa viene considerata pari al fabbisogno. Informativa sui cookie Ok. La procedura di calcolo prevede: QCG,aux,lrh sono le perdite recuperate da ausiliari indipendenti considerate come specificato nel punto 5.

UNI TS 11300-4.pdf

Nel prospetto seguente si forniscono indicazioni al riguardo per le diverse tipologie. Nel caso 2 si deve avere: I valori ph,mese si desumono dalla prospetto K. Le prestazioni su base mensile si calcolano come segue: La loro sommatoria determina i totali sul giorno tipo mensile. Massima superficie proiettata attraverso la quale la radiazione solare non 3.

TS EN en Produzione di energia termica netta in in determinato intervallo di calcolo 3. Energia da fonti non fossili biomassevento, sole, geotermica, aerotermica, cogenerazione pompe, ventilatori, ecc. Sono esclusi i sistemi solari con collettori ad aria. Prova di corrosione da nebbia salina dei moduli fotovoltaici FV. La potenza degli ausiliari deve essere calcolata nelle condizioni medie di funzionamentoWaux,Px per interpolazione lineare tra i valori delle potenze degli ausiliari a pieno carico Paux,pn, a carico intermedio Paux, pint e a carico nullo Paux,P0.

Nella relazione deve essere indicata la fonte dei dati assunti per il calcolo. Il metodo si riferisce ad impianti solari formati da collettori uguali tra loro, omogenei per orientamento ed inclinazione, collegati in parallelo. La presente specifica tecnica applica la suddivisione in bin, quando richiesta, al mese. Devono essere valutati separatamente i fabbisogni degli ausiliari esterni a tale confine e la quota parte di ausiliari a bordo macchina non inclusa nel COP dichiarato dal fabbricante per esempio la quota di potenza elettrica che eccede quella richiesta in base alla perdita di carico degli scambiatori.

  TECHNICAL COMMUNICATION 10TH EDITION BY MIKE MARKEL PDF

Coefficiente di prestazione determinato mediante calcolo partendo da prestazioni di prova. I dati di irraggiamento sul piano dei pannelli fotovoltaici prospetto E. I valori di produzione specifica di CO2 dei vettori energetici si ottengono dal prospetto 8.

Nota Scostamenti maggiori di 5 K dai valori forniti dal fabbricante i risultati derivanti dal calcolo secondo la presente specifica tecnica potrebbero essere inattendibili.

DABOVE SERVIZI – La norma UNI TS /1

Le temperature devono comunque essere specificate a margine delle curve. La presente specifica tecnica riguarda i seguenti sistemi solari termici: Prescrizioni per le prove. La specifica tecnica fornisce dati e metodi per la determinazione: Sistemi di generazione del calore, sistemi solari termici UNI EN Impianti di riscaldamento degli edifici – Metodo per il calcolo dei requisiti energetici e dei rendimenti dell’impianto – Parte Il processo di elaborazione delle norme UN I prevede che i progetti vengano sottoposti all’inchiesta pubblica per raccogliere i commenti degli operatori: Si deve distinguere tra: Ulteriori precisazioni sono fornite nel punto 5.

hni

Prestazioni energetiche degli edifici. Solar photovoltaic energy systems – Terms, definitions and symbols. Negli schemi sono indicati tutti 1130-4 principali componenti con la simbologia della presente specifica tecnica.

Informazioni legali Privacy Informativa sui cookie.

Energia termica posseduta dal sottosuolo ed estraibile sotto forma di 3. Si determina quindi per ciascun intervallo di calcolo mese o bin la temperatura del pozzo caldo a seconda che si tratti di fluido termovettore acqua a o aria b.